Idriss Guelai: su la maschera Madonna&Beyoncé

Data: novembre 27, 2015

In: COSTUME E SOCIETà, GLAMOUR E FASHION,

Visto: 3879

Tags: , , ,

-di Raffaella Galamini-

Ha messo la maschera a Madonna, blogger e cantanti di mezzo mondo si contendono ogni suo nuovo pezzo. Eppure Idriss Guelai, artigiano toscano eclettico e dall’allure cosmopolita, preferisce che a parlare siano i suoi lavori. Vive ancora a Calenzano, alle porte di Firenze, dove frequenta gli amici di sempre e conduce una vita normale. Qui, nel suo laboratorio da artigiano-designer, nascono gli oggetti più glamour che poi ritroviamo sulle riviste di moda, i pezzi unici che sfoggiano con orgoglio sui loro profili Instagram le showgirl e socialité del momento.

Guelai, babbo algerino e mamma francese ma ormai fiorentino d’adozione, ha sdoganato la maschera, trasformandola in oggetto di lusso ultrafashion e di tendenza. Già, perché le maschere gioiello, i bracciali da guerriera e i corpetti da divinità egizia, per il mondo della moda e del design body harness, vanno a completare e valorizzare il look dei vip più in voga e dei personaggi del jet set internazionale. “Sono a tutti gli effetti oggetti da indossare” spiega l’artigiano-designer nel suo laboratorio di Calenzano.

idrissguelaiL’elenco dei nomi che hanno ceduto alla tentazione di sentirsi delle guerriere sexy e chic è lungo e con nomi da far girare la testa. A non resistere al fascino di questi pezzi unici in metallo sono state: Madonna, Beyonce, Raffaella Carrà, il principe Maurice, Laura Pausini, le modelle di Playboy lingerie. Giusto un paio di settimane fa la cantante polacca Margaret ha alzato il premio MTV 2015 come migliore artista con indosso un corpetto in metallo realizzato da Idriss. La scrittrice Isabella Santacroce, dal suo profilo Facebook, ha annunciato l’arrivo del suo nuovo libro, pochi mesi fa, con una delle maschere a incorniciarle il volto.

Chi conosce Idriss Guelai sa che ha sempre avuto una passione per le armature: è partito con quelle luminose che utilizzava per gli show in discoteca negli anni Ottanta insieme ai suoi tecno warriors. Gli studi al liceo artistico a Firenze lo hanno spinto con il passare degli anni a costruire delle vere e proprie cotte da indossare come accessori moda. “Il mio lavoro è sempre stato legato alla creazione di costumi e allestimenti di discoteche negli anni Ottanta, e al design di interni nei Novanta. Ma ho sempre avuto voglia di sperimentare – racconta Idriss – e quindi di utilizzare e forgiare i materiali più insoliti, traendo ispirazione da quanto era a portata di mano e immaginando come sarebbe potuto diventare. Nelle mie maschere, nei miei body riescono a conciliare la resa estetica con l’utilizzo di materiali non convenzionali”.

Un’intuizione eccezionale unita a un talento raro, raffinato eppure bizzarro, che gli ha idriss_mascheraaperto le porte dello star system. E’ stato il tam tam sulla rete a far arrivare alcune immagini di suoi lavori fino a Madonna. Lo staff dell’artista lo ha contattato via email. Il primo ad essere stupito è stato lui stesso quando ha rivelato agli amici più cari: “Mi ha scritto Madonna. Vogliono i miei lavori per un servizio fotografico con Terry Richardon su Harper Baazar Usa”.  Sembrava quasi uno scherzo e invece lo stupore è diventato felicità quando la cantante ha postato sul suo profilo Instagram un selfie con indosso la maschera in metallo di Idriss Guelai. Quella foto e poi il servizio a firma Richardson hanno fatto il giro del mondo e, come spesso avviene, è stato poi pubblicato anche su Vanity Fair Italia.

Non male per un artigiano che non ha un ufficio stampa e neanche un suo negozio monomarca. I suoi oggetti si trovano sui negozi online più esclusivi come Luisaviaroma che spesso ha fatto ricorso a maschere e corpetti di Guelai per gli style lab con i blogger e le socialité più note in occasione di Firenze4ever.

L’artigiano fiorentino è stato recentemente premiato a Taormina, nel corso della finale di The look of year. Subito dopo è volato in Turchia, per la precisione in Anatolia, dove è stato protagonista dello Slovak&Czech Fashion Awards: le foto delle modelle che sfilano con i body harness di Guelai sono apparse ovunque sul web.

Perfino le modelle di Playboy, per la linea di lingerie 2016, hanno capitolato: nel video e nelle foto del catalogo indossano slip reggiseno push up e i guanti in metallo con le nappine disegnati e realizzati da Idriss. La consacrazione per Guelai e i suoi body harness.

 

  • Urban Tribe Ph. Marco Maria D'Ottavi
  • The look of year 2015 ph. Marco Maria D'Ottavi
  • TLY2015 backstage Ph. Marco Maria D'Ottavi
  • Head piece&necklace Ph. Marco Maria D'Ottavi
  • Sea Queens Ph. Marco Maria D'Ottavi
  • Shades of black Ph. Marco Maria D'Ottavi MODStudio
  • Idriss's jewels Ph. Eugenio Qose
  • Idriss's jewels Ph. Eugenio Qose
  • Golden Arm Ph. Gabriele Rigon
  • Sea Queens Ph. Marco Maria D'Ottavi
  • Sea Queens Ph. Marco Maria D'Ottavi
  • Sea Queens Ph. Marco Maria D'Ottavi
  • FIRENZE4EVER 2014 style lab n.2 Ph Labzona
  • Miss Besa albanian top singer posing with a Idriss'suit Ph. Eugenio Qose
  • Isabella Santacroce, foto tratta dalla pagina Facebook della scrittrice
  • Playboy lingerie 2016 Ph. Gabriele Rigon
  • Sea Queens Ph. Marco Maria D'Ottavi
  • courtesy of Slovak&Czech Fashion Awards Ph. Lívia Štokingerová
  • courtesy of Slovak&Czech Fashion Awards Ph. Lívia Štokingerová
  • courtesy of Slovak&Czech Fashion Awards Ph. Lívia Štokingerová
  • Vanity Fair Italia
  • La pagina Facebook dell'artista
  • Il famoso selfie, dal profilo Instagram di Madonna
  • Harper Bazaar Usa
  • Terry Richardson&Madonna (Harper Bazaar outtake)
  • courtesy of Slovak&Czech Fashion Awards Ph. Lívia Štokingerová
  • Raffaella Carrà indossa a Sanremo 2014 la collana di Idriss Guelai

 Fotografie per gentile concessione di Idriss Guelai

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin