Al via la terza edizione del Premio Lelio Luttazzi

AL VIA LA TERZA EDIZIONE DEL PREMIO LELIO LUTTAZZI PER GIOVANI PIANISTI JAZZ E CANTAUTORI
Non solo musicista, cantante, scrittore, attore e presentatore televisivo: nella sua lunga e prestigiosa carriera Lelio Luttazzi è stato compositore, direttore d’orchestra e uno dei grandi pianisti jazz italiani. Le sue canzoni sono entrate nella storia della musica del nostro paese.

La terza edizione del Premio Lelio Luttazzi – il riconoscimento in memoria del grande maestro re dello swing e performer completo e di altissimo livello che ha segnato un’epoca nella storia dello spettacolo – è organizzata dalla Fondazione Lelio Luttazzi in collaborazione con Isola degli Artisti. Le iscrizioni sono aperte dal 25 gennaio al 25 marzo 2019.

Rivolto ai giovani di età compresa tra i 16 e i 30 anni (i 30 anni da compiersi entro il 31 dicembre 2019), il concorso si articola in due sezioni: Giovani Pianisti Jazz e Cantautori e si svolgerà principalmente attraverso tre fasi:
Iscrizione e invio di inediti (tramite CD audio) entro il 25 marzo 2019;
Le prime selezioni avverranno tramite CD audio inviato dai candidati. Saranno scelti 12 finalisti (di cui 6 della categoria Pianisti jazz e 6 della categoria Cantautori) che si esibiranno dal vivo con il proprio brano inedito davanti ad una Giuria, a Trieste, il 12 Aprile .In seguito all’esibizione a Trieste, la Giuria proclamerà i 6 finalisti – 3 per la categoria “Pianisti Jazz” e 3 per la categoria “Cantautori”;
I 6 finalisti si esibiranno dal vivo nella serata dedicata al Maestro Lelio Luttazzi, nel corso dell’estate 2019. Serata nella quale la Giuria decreterà a proprio insindacabile giudizio i due “Vincitori Assoluti” del Concorso: uno per la categoria Pianisti Jazz e uno per la categoria Cantautori. I due “Vincitori Assoluti” riceveranno due Borse di Studio di Euro 2.000,00 (duemila) cadauna, messe a disposizione da Nuovo Imaie.
Le Giurie saranno composte da musicisti, operatori culturali del settore, dai rappresentanti della Fondazione Lelio Luttazzi, di Isola degli Artisti, di Veneto Jazz e della Casa della Musica di Trieste.

Per scaricare il regolamento completo e la domanda: https://www.premiolelioluttazzi.it/iscriviti-al-premio/

Sostenere iniziative dall’alto valore sociale, ricordare il grande musicista e scoprire nuovi artisti è la mission della Fondazione dedicata al Maestro. Fondazione che nasce per volontà di Rossana Luttazzi, moglie dell’indimenticabile compositore e Presidente della Fondazione.
Dischi, concerti, libri, film, radio e tv, collaborazioni con festival e Istituzioni testimoniano la modernità dell’eclettismo culturale di Lelio Luttazzi, come ha anche testimonia- to la mostra ‘Lelioswing 50 anni di storia italiana a ritmo di swing’, realizzata a Roma nel 2014 ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali, per celebrare il genio dell’artista e showman triestino attraverso mezzo secolo di storia nazionale.
Per tanti è modello e fonte d’ispirazione, come per Lorenzo Hengeller, pianista, cantautore e compositore di musica swing, che, rinnovando il suo amore per il Maestro – “Amare Lelio Luttazzi, significa per me amare il pianoforte, l’ironia, lo swing come ritmo della vita… Amare Lelio Luttazzi, significa per me amare Svevo, Saba e quell’elegante distanza triestina che Lelio aveva negli occhi… Amare Lelio Luttazzi significa amare un’Italia colta, ben educata, spensierata e leggera ma non superficiale; di classe ma non classista; alternativa ma non snob…” – , ha voluto fare un endorsement per il Premio, a modo suo:

 

La terza edizione del Premio Lelio Luttazzi ha avuto i Patrocini di: Presidenza del Consiglio dei Ministri, Comune di Roma -Assessorato alla Crescita Culturale, Comune di Trieste, SIAE- Società Italiana degli Autori ed Editori, AGIS- Associazione Generale Italiana dello Spettacolo.
Il sostegno di: Isola degli Artisti e Nuovo Imaie.
La collaborazione di: Casa della Musica di Trieste, Venetojazz, Pecar Pianoforti, Biblioteca Statale Stelio Crise di Trieste e Pcmac di Enzo Tesei.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinFacebooktwittergoogle_pluslinkedin
Articolo precedente:
Articolo successivo: