Una notte (algerina) al Museion

Data: luglio 21, 2016

In: ARTI VISIVE, FOTOGALLERY,

Visto: 603

Tags: , , , ,

Si chiama  Pas de Deux il ciclo video della facciata mediale del Museion di Bolzano, centro di arte contemporanea che ha fatto della sua stessa struttura architettonica un mezzo di dialogo e creazione tra le diverse espressioni delle arti di oggi. In occasione del festival BolzanoDanza 2016  il duetto è canonicamente riservato al confronto con l’arte del movimento per eccellenza: la danza.

In  una co-produzione inedita tra l’artista visivo Mehdi Meddaci  e il coreografo Rachid Ouramdane è nato l’evento  Les yeux tournent autour du soleil (gli occhi girano intorno al sole) il titolo del progetto, che vede protagoniste Marie Fonte e Lora Juodkaite, due delle principali interpreti del Centre Chorégraphique National de Grenoble, di cui Ouramdane è codirettore.

La performance è articolata in tre momenti diversi, uno ogni giovedì, ancora oggi e il 28 luglio dalle 22 alle 23.30. L’identità culturale, tema caro ai due artisti – entrambi di origini algerine – è al centro del lavoro. Tra arte visiva e danza immagini poetiche evocano, indagano e richiamano la tensione della caduta, la vertigine fisica, visiva e culturale e quindi la nostra percezione.

In tutti gli appuntamenti le danzatrici indossano l’haiki, abito tradizionale magrebino vietato durante il colonialismo in Algeria. Mentre sul grande schermo della facciata scorreranno le immagini di una sconfinata distesa marina, i movimenti dei corpi a Passage e all’esterno di Museion richiamano immagini antiche e un’eredità culturale dimenticata.

Come indica anche il titolo, il movimento vorticoso che genera vertigine e di conseguenza una caduta trova un suo climax dal secondo appuntamento (21/07) in cui Maria Fonte danza, sempre avvolta in abito tradizionale, sospesa a diversi metri dal suolo, in equilibrio su una sorta di trampolino, la “Balance de Lévité” (bilancia di leggerezza). “Durante la performance lo spettatore vivrà un costante rovesciamento di prospettiva, sia ottico che simbolico. Vogliamo aprire così la possibilità di scardinare paradigmi nel modo di pensare il nostro rapporto con il mondo” così i due artisti sul loro lavoro.

Le foto del Museion sono di Meneghel. Le foto della performance di pitsphoto.com  courtesy BolzanoDanza

  • Proiezioni sulla facciata del Museion Bolzano foto Menghel
    Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ourdamdame Museion Bolzano
  • Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ouramdane Museion Bolzano pitsfoto.com
    Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ourdamdame Museion Bolzano
  • Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ouramdane Museion Bolzano pitsfoto.com
    CLAIRE VERLET adjointe à la programmation
  • Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ouramdane Museion Bolzano pitsfoto.com
    Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ourdamdame Museion Bolzano
  • Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ouramdane Museion Bolzano pitsfoto.com
    Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ourdamdame Museion Bolzano
  • Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ouramdane Museion Bolzano pitsfoto.com
    Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ourdamdame Museion Bolzano
  • Museion, Bolzano. Videoinstallazione di Mehdi Meddaci foto Menghel
    Les yeux tournent... di Mhedi Meddaci e Rachid Ourdamdame Museion Bolzano

facebooktwittergoogle_pluslinkedinfacebooktwittergoogle_pluslinkedin